METAPOLITICA: LA PROFEZIA DELLA TERZA ROMA E IL 666

La profezia della Terza Roma e il 666 in una chiarificazione Metapolitica secondo la Scienza Ammonia.

La profezia della Terza Roma e il 666, in una chiarificazione Metapolitica secondo la Scienza Ammonia.

Verrà interpretato un documento di un Maestro dell’Ordine Ammonio; nel 1800 ebbe conoscenza di ciò che dice questo maestro anche il Kremmerz, ne parla in uno dei suoi commentari facendone qualche accenno.

Due croci si fronteggiano sul Tevere, in apparenza ostili, come l’arena dell’arido deserto e l’acqua di fonte, ma in secreto concordi. Quando per guerra sanguinosa la luna luna s’eclissa meditando vendetta. La croce allora volge al tramonto, dico di quella croce che a Mezzogiorno sta fra Centauro e Nave poiché dell’una croce morrà prima il console più fedele in ora insospettata e poi la luna sanguinosa tenta vendetta con inaudito oltraggio. E Roma, per l’onta, ne piange e per cordoglio altamente grida come lupa ferita. Perché, oh croce, non distruggesti Croce? Questo errore segna la tua fine. Il mandato divino spergiurato dal corso, prima che nascesse in grembo a Samo, tu raccogliesti, esaudito non l’hai e in un baleno sparisce. Mentre le stelle del Naviglio, annebbiate e fosche, guardano il Centauro sanguinare e nelle selve umane della Terra Latina tempesta il vento. Distrugge, rovina per volere del più gran Nume. Piange l’Italia e trema la Terra, Pluto vomita fuoco, arena e acqua bollente, tra grandi Pompei piangerà il mondo, e la più grande è una sirena che si prostituì ad un satiro che la calpestò da vile. Nell’Orrore del tempo dei tempi, dal ceppo latino l’anima di un romano antico che spaventò l’antico mondo, inizierà la vendetta del gran Pane. E la Terra giammai vide un Cesare così improvviso che nessuna forza piegherà, infondere il terrore nei barbari antichi, che hanno cangiato il vello delle fiere in veste d’acciaio. I Galli, superbi piegheranno la testa, gli Sciiti, fuggiranno nelle Steppe cavernose, l’unicorno perde la signoria del mare e si inabissa, la Luna, ferita a morte, rivolge il suo corso ad Oriente. Invano demoni dell’inferno armati scaglieranno saette nell’aria oscura e sanguinosa, invano mostri dell’oceano vomiteranno fuoco, invano viventi muraglie di ferro si opporranno all’invincibile, che divelle dal fango del Tevere in piena, le radici della vecchia croce. L’impero di Roma non ha fine, Bisanzio ridiventa greca e soggetta alla lupa, Cartagine risorge, avanguardia della potenza dell’Urbe novella, allora sarà la pace e trionferà il diritto delle genti e un uomo di scienza inaudita insegnerà alle turbe il Nuovo Miracolo, di più non posso scrivere, oh lettore, perchè il Nume lo vieta”.

La profezia della Terza Roma e il 666 in una chiarificazione Metapolitica secondo la Scienza Ammonia.

Tornerà l’Età dell’Oro. La Terza Roma porterà pace a tutto il mondo. Questo viene spiegato anche nelle Egloghe di Virgilio e nella Tavola Smeraldina. sta succedendo un opera Alchemica e siamo all’inizio di quello che deve accadere: la fine del Cristianesimo, come è detto nell’Apocalisse.

La profezia della Terza Roma e il 666, in una chiarificazione Metapolitica secondo la Scienza Ammonia.
La profezia della Terza Roma e il 666, in una chiarificazione Metapolitica secondo la Scienza Ammonia.
close

DESIDERI ESSERE INFORMATO SU TUTTE LE NOVITÀ DEL SITO?

Iscriviti a questa newsletter.

We don’t spam! Read our privacy policy for more info.